sabato 16 settembre 2017

poesia di t.s.eliot



"noi non cesseremo l'esplorzione
e la fine di tutto il nostro esplorare
sarà giungere là onde partimmo
e conocere il luogo per la prima volta"

Thomas S. Eliot

giovedì 7 settembre 2017

linguaggi

non sono una cosa fantastica queste foglie, quasi un fiore, tanto sono unite da perdere il plurale? un'opera d'arte creata dal fuoco dalla pietra e dalle acque, le quali hanno trasformato un oggetto, una semplice presenza, una forma della natura in opera che sta, in segno, in linguaggio. infatti ora a noi, queste foglie, questo fiore parla. ciascuno per sé deve scoprirne la lingua le parole.




martedì 29 agosto 2017

caos o potenza? un inizio






joseph haydn "la creazione". prima parte. introduzione. la rappresentazione del caos
"Il primo giorno è nato.
la con-fusione cede all.ordine che avanza germogliando"


?




sabato 22 luglio 2017

librarsi


una poesia di laura pezzola

Librarsi

Affiorano pensieri
come ali di corvo
salgono in circoli viziosi
gonfiano e formano foreste
di rami arruffati,
diventano gramigna.
Allora esco,
seguo il pifferaio dell'inchiostro,
sfoglio pagine che assorbono
la mia macchia neroseppia.

(laura pezzola, la manutenzione dell'anima, edizioni progetto cultura, 2013)

per me questa poesia coglie il momento in cui la difficoltà di pensare poeticamente è giunta al proprio -momentaneo- limite, necessita chiede e ottiene una pausa.
intendo limite che è momentaneo per la natura del pensare poetico. l'esperienza personale può anche fermarsi a questo punto, che segna allora il limite estremo della persona.
per il pensare che è sulla via della ricerca però è il limite momentaneo, un arresto delle sue forze di fronte al mistero. sa che esso gli sfuggirà sempre, che si troverà a navigare tra contraddizioni che non è possibile sciogliere, ma sa anche che troverà altre strade, aggirerà ostacoli, adeguerà le domande, e ricomincerà con gioia a pensare poeticamente. il pifferaio dell'inchiostro gli sarà di aiuto?